I tuoi obiettivi dimagrimento sono ragionevoli?

Anno nuovo, solite vecchie problematiche…..

Se il 2016 è un anno in cui avete ben pensato di cambiare vita fatelo fino alla fine e, soprattutto, preparatevi al successo con il tempo che ci vuole.

Uno dei motivi, infatti, per cui la gente smette di fare la dieta è che pensa al fatto di poter perdere 10 chili nel giro di un mese e con grande facilità.

Sicuramente un tempo irreale, non c’è che dire.

E’ importante ricordare che la perdita di peso in sé non è complicata, è complicato pensare al fatto di perdere tanti chili senza un impegno serio.

Quando scarseggia l’impegno ci si lancia nel considerare idee decisamente malsane come quella dell’essere conquistati dalla pubblicità delle diete veloci che vogliono convincerti che facilmente tu perderai il tuo peso e non lo riprenderai.

Invece non c’è nulla di più insensato di pensare che queste diete senza nessun fondamento scientifico possano in qualche modo aiutarti nel perdere peso senza immaginare che subito dopo una persona non riprenda tutto ciò che ha perso (effetto yo-yo).

La dieta è un meccanismo semplice in cui il bruciare grassi è correlato alle calorie ingerite e agli alimenti che abbiamo scelto per mangiare bene e sano.

Ed è proprio questo il punto di svolta della nostra vita, non solo fare una dieta e mangiare sano per un po’ ma cambiare il corso, della vita, la nostra appunto.

E proprio perché nostra siamo noi a dover decidere cosa sia meglio per noi e con l’aiuto degli esperti valutare una dieta personalizzata che sia realizzata sulle nostre esigenze, conoscendo i nostri punti di forza e di debolezza.

Perché la dieta non è solo un cambiamento repentino di peso ma un modo per riprenderci in mano le nostre esistenze, ecco perché io personalmente sono contro le diete veloci.

“Le diete veloci non funzionano perché non sono state progettate per essere mantenute nel lungo periodo,” dice Kristin Kirkpatrick, esperto di nutrizione presso la Cleveland Clinic. “Questo significa che qualsiasi peso si perda in una dieta che va di moda tende a essere ripreso nel corso del tempo.”

I tuoi obiettivi dimagrimento sono ragionevoli

Quando incontriamo un nostro amico che non vediamo da qualche mese e restiamo stupiti dal suo dimagrimento rapido dobbiamo chiederci come stia il suo metabolismo.

E’ questo, infatti, l’obiettivo principale. Riuscire a stare nei tempi della dieta ma perdendo realisticamente peso come solo i programmi di dimagrimento basati sulla scienza sono in grado di garantire.

Per evitare un rimbalzo metabolico, dovremmo impostare un obiettivo realistico nel perdere peso ad un tasso di circa un chilo alla settimana.

Ricordate che un chilo di grasso è pari a circa 3.500 calorie, ed è necessario tagliare tale quantità di calorie dalla vostra dieta – o bruciarle attraverso l’esercizio fisico – per perdere mezzo chilo. “Questo significa che se si tagliano 500 calorie ogni giorno, si può perdere anche 1 chilo alla settimana senza scioccare il metabolismo”, dice Kirkpatrick.

Limitare le calorie ulteriormente senza controllo medico può essere estremamente pericoloso, e spesso ciò non causa la perdita di peso perché il nostro corpo inizierà a immagazzinare grasso perché va in modalità FAME.

Lo step della perdita di peso e del benessere

I tuoi obiettivi dimagrimento sono ragionevoli: lo step della perdita di peso e del benessere

La prima regola principale che potrete imparare nel momento in cui ci troviamo ad avere a che fare con una dieta accettabile da un chilo a settimana è che ce la potete fare.

Ora, infatti, che sapete che le diete veloci non portano a niente datevi da fare per scegliere un piano di dieta che possa essere considerato valido e sicuramente efficace, cioè un tipo di dieta a cui appoggiarvi per tutta la vita.

Dobbiamo scegliere una dieta composta da proteine magre, frutta, verdura e cereali integrali. Se il piano include costosi piatti pronti o l’eliminazione di interi gruppi di alimenti, non sarà in grado di attecchire alle nostre abitudini in modo tale da poter essere seguito a lungo termine.

Sarebbe bene provare a mantenere un diario alimentare.

“Una volta che hai un buon piano e un obiettivo realistico, un diario alimentare è un buon modo per mantenersi onesto”, dice Kirkpatrick. “Gli studi dimostrano che un diario alimentare aiuta molto, anche se non c’è una perdita di peso realistica dovuta al cibo stesso è proprio il processo di scrittura delle cose che accadono e essere consapevoli di ciò che si mangia che fa una grande differenza.”
Trova un compagno che ti  segua nel tuo obiettivo di perdita di peso.

“La ricerca mostra anche che la condivisione di un obiettivo di perdita di peso con un amico di sostegno o di un gruppo di amici fa una grande differenza”, dice.
Mangiare sempre la prima colazione.

“L’idea di iniziare la vostra giornata e di andare il più a lungo possibile senza mangiare non funziona mai”, avverte Kirkpatrick.

“Gli studi dimostrano questo di solito porta a binge eating, cioè al mangiare incontrollatamente.”

Inoltre, facendo colazione il metabolismo si dà una svegliata e questo ti dà energia per la giornata.
Mangiare consapevolmente. Non mangiare per alleviare lo stress, non prestare attenzione al cibo.

Non aspettate fino a quando non state morendo di fame per mangiare qualcosa e, soprattutto, non mangiate dopo aver raggiunto il senso di sazietà.
Concedetevi ogni tanto qualche eccezione alla regola, non siate severi con voi stessi, cercate di volervi bene perché è questo il momento fondamentale, quello in cui imparate a volervi bene e per questo motivo mangiate meglio.

I tuoi obiettivi dimagrimento sono ragionevoli: lo step della perdita di peso e del benessere
“Il mio consiglio finale è quello di trattare l’intero sé, non solo quello che sta mangiando meno ma anche il sé che è fatto di sentimento e di emozioni.”, dice Kirkpatrick. “Un buon obiettivo di perdita di peso dovrebbe includere anche la riduzione dello stress e l’esercizio fisico. Alta tensione e inattività sono strettamente legati all’obesità. Passeggiare, meditazione, e una dieta equilibrata dovrebbero essere l’obiettivo per una vita sana e serena.”

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *